IndiceDiscussioni RecentiCercaFAQLista UtentiRegistratiAccedi
- RIPARTIAMO ALLA GRANDE!! - Se ti è sempre piaciuto scrivere, poter far parte di una redazione giornalistica: STIAMO CERCANDO TE!

Condividere | 
 

 Pomodori Verdi Fritti (alla fermata del treno)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
KeiRos
Week
Week
avatar

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 28.06.10
Età : 37
Località : Alla fine dell'Arcobaleno

MessaggioTitolo: Pomodori Verdi Fritti (alla fermata del treno)   Lun Set 13, 2010 11:13 am


Gli anni della grande guerra scuotono ben poco un'America che li vive da esterna e da leone. La vita, i problemi, le ingiustizie, le abitudini non cambiano, non mutano. Uno spaccato di questa potenza ancora in erba mostra la natura di chi la forma, la costituisce: uomini, donne, bianchi, neri che non hanno gli stessi diritti in un'Alabama che porta i forti segni del pregiudizio.
Ecco perchè, l'immenso amore che lega due donne, Ruth ed Igi, viene costretto in una semplice amicizia, che però non può contenerla rivelandone comunque la forza e la loro determinazione nell'amarsi e proteggersi.
Un film, questo, che ti cambia dentro. La difesa di un nero, di un'amica, di un povero non è strumento di beneficienza o di apparenza in questo mondo in cui un saluto vistoso che non avresti dovuto porgere "alla feccia" può portarti alla morte, ma l'onnipotenza dell'amore che non può essere trattenuto.

Dopo la perdita del fratello, Igi ancora adolescente, preferisce rifugiarsi tra i boschi vivendo come una selvaggia. Non permette più a nessuno di avvicinarla se non al servo di famiglia, un nero, che si prende cura di lei, controllando che stia bene, finché una ragazza, Ruth, dai modi raffinati, non viene ingaggiata per riportarla "sulla retta via".
Comincia qui il viaggio per entrambe che le porterà a cambiarsi, fondersi, difendersi e proteggersi da una società fatta di razze e di classi.
Le loro personalità, così diverse tra loro, così antitetiche, creano un vortice cinematografico che risucchia tutto quello che sta loro intorno affascinando un'intera comunità dandole vita, dandole speranza, un futuro migliore di quello che potevano aspettarsi.
Il caffè che apriranno, il Whistel Stop, diverrà il centro dell'intera cittadina che sembrerà lottare per divenire un tutt'uno come le protagoniste, fino a cambiare radicalmente.


Un film sull'amicizia. Un film sull'amore. Un film sul cambiamento.

Un film che aiuta a rendersi conto che il mondo va salvaguradato per il domani, per le generazioni che ne porteranno il ricordo.


"Ora che ci penso, è strano che in un locale da poco come quello, si siano incrociati i destini.. di tanta gente"

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://kerosene.forumattivo.com
*** Raiton ***
Week
Week
avatar

Messaggi : 61
Data d'iscrizione : 28.06.10

MessaggioTitolo: Re: Pomodori Verdi Fritti (alla fermata del treno)   Lun Set 13, 2010 10:07 pm

Che belloooo.... piange

e che bella colonna sonora!!

Non voglio spoilerare quindi.. non dico nulla su certi colpi di scena e certe battute trooooppo divertenti in tema di macchine!!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
Pomodori Verdi Fritti (alla fermata del treno)
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» *Pomodori verdi sott'olio
» e continuerò per sempre a dire grazie alla vita
» oggi eco alla 10 + 0...meraviglia!!!!!
» alla fine arriva mamma?
» conferma ricovero alla 35 settimana

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
KeRoSeNe - Altamente Infiammabile :: A Ferro&Fuoco :: CineCine e ancora Cineforum :: Film-
Andare verso: